Pakistan: Le ONG di AGIRE



Gli interventi delle ONG di AGIRE onlus per l'emergenza alluvione in Pakistan

5 sono i progetti finanziati da AGIRE, implementati da altrettante organizzazioni non governative associate. ActionAid, CESVI, InterSos, Save the Children e VIS hanno raggiunto ad oggi con i loro programmi umanitari oltre 48.770 persone in 4 regioni, 5 distretti e oltre 30 villaggi del Pakistan.

Oltre ad attività di prima emergenza quali distribuzione di cibo, acqua, medicinali, ripari temporanei e kit igienico-sanitari, che hanno coperto circa il 50% del budget a disposizione, le organizzazioni sono oggi ancora impegnate in attività di cash for work  (lavoro in cambio di denaro) che permettono una riattivazione dell’economia locale attraverso il coinvolgimento attivo della popolazione nella gestione dei rifiuti, la  pulizia dei canali di scolo, il drenaggio delle acque, la bonifica delle pozze stagnanti, la costruzione di pompe d’acqua, nonché nella  ristrutturazione  o ricostruzione delle strade e degli edifici danneggiati. 

Recentemente sono inoltre stati distribuiti materiali per facilitare la ripresa delle attività agricole e dell’allevamento e kit per la ricostruzione  e facilitazione dei processi di ritorno alle proprie abitazioni.

Più di 20.000 bambini dai 0 ai 18 anni  continuano a seguire attività ludico ricreative come forma di supporto psicosociale, cosa che ha permesso di avviare anche programmi di identificazione dei minori non accompagnati e ricongiungimenti familiari. 

Ma queste non sono che alcune delle attività realizzate dalle 5 organizzazioni di AGIRE che hanno aderito all’appello per l’emergenza in Pakistan. I dettagli sui numeri e le modalità dei loro programmi umanitari, i documenti di progetto comprensivi di budget, i rapporti intermedi e una ricca documentazione fotografica sono disponibili qui:

Loading form

Documenti correlati