FAQ


Cosa è AGIRE?

AGIRE, Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze, rappresenta il meccanismo congiunto di raccolta fondi di 9 tra le più importanti ed autorevoli organizzazioni non governative presenti in Italia che hanno scelto di unire le loro forze in soccorso alle popolazioni colpite dalle più gravi emergenze umanitarie nel mondo.

Da chi è composta?

AGIRE è attualmente composta da 9 importanti ed autorevoli ONG presenti in Italia: ActionAid, AMREF, CESVI, COOPI, GVC, Oxfam, Sos Villaggi dei Bambini, Terre des Hommes e VIS.

Quali sono i criteri di adesione per le organizzazioni non governative?

AGIRE è aperta all' adesione di tutte le organizzazioni non governative indipendenti con sede in Italia che siano disponibili a lavorare insieme alla costruzione di un meccanismo nazionale di raccolta fondi per la risposta alle emergenze.

Le organizzazioni non governative devono obbligatoriamente disporre dei seguenti requisiti:

  • 1. essere legalmente costituite in Italia
  • 2. aderire al Codice di Condotta del Movimento Internazionale della Croce Rossa, della Mezza Luna Rossa e delle ONG di aiuto umanitario
  • 3. disporre da almeno tre anni di un bilancio certificato da una società di revisione contabile indipendente

AGIRE si occupa di tutte le emergenze che avvengono nel mondo?

No, AGIRE valuta caso per caso se il lancio di un appello congiunto costituisca effettivamente la migliore risposta possibile all'emergenza umanitaria in corso.

A tal proposito, si fa riferimento a tre criteri fondamentali:

  • 1. l'emergenza è di dimensioni e gravità tali da richiedere una risposta umanitaria immediata;
  • 2. le organizzazioni non governative associate sono in grado di investire in modo adeguato i fondi di AGIRE in programmi di aiuto umanitario tempestivi ed efficaci;
  • 3. esistono le condizioni esterne perchè sia ragionevole prevedere il successo di un appello pubblico di raccolta fondi.

Come vengono spesi i fondi raccolti attraverso l'appello di AGIRE?

I fondi raccolti da AGIRE vengono utilizzati negli interventi di risposta all'emergenza delle ONG aderenti. Almeno il 91% dei fondi raccolti attraverso gli appelli di AGIRE serve a finanziare i programmi di risposta all'emergenza proposti dalle organizzazioni aderenti.
Una piccola percentuale (non superiore al 8%) è destinata a coprire i costi di gestione del Segretariato e quindi a finanziare la raccolta di ulteriori donazioni. Il rimanente 1% viene utilizzato dal Segretariato di AGIRE per migliorare la qualità degli interventi realizzati dalle organizzazioni associate, attraverso il sostegno alle attività di monitoraggio e valutazione dei programmi.
Inoltre, qualora i bisogni sul terreno lo rendessero possibile e necessario, gli eventuali fondi residui dell'appello saranno utilizzati nei mesi successivi alla fase della prima emergenza per finanziare interventi di sviluppo e ricostruzione, sostegno della società civile, prevenzione di ulteriori catastrofi.

Come posso fare una donazione?

Durante gli appelli che AGIRE promuove per raccogliere fondi e rispondere alle grandi emergenze umanitarie, vengono resi noti tutti i canali di donazione attivi: SMS solidale, conto corrente postale, conto corrente bancario, donazioni online, APP Yougive o da numero verde con carta di credito.
Dopo 6 mesi dal lancio dell'appello, AGIRE non promuove direttamente i propri canali di raccolta fondi, pur essendo sempre possibile donare. Le donazioni ricevute oltre questo periodo sono destinate al Fondo di Risposta Rapida all'Emergenza.

Posso specificare a quale appello desidero sia destinata la mia donazione?

AGIRE lancia una campagna di raccolta fondi solo in risposta a emergenze complesse. I fondi raccolti vengono destinati immediatamente all’appello in corso. Il donatore non è quindi costretto a specificare l’emergenza a cui desidera destinare i propri fondi a meno che non si presenti una sovrapposizione temporale delle emergenze in corso.

E' possibile avere un riscontro della mia donazione?

Si, su richiesta scrivendo a sostenitori@agire.it o telefonando al numero 06.64.78.16.08.

Dove finiscono i soldi raccolti dopo la fine di un appello?

I fondi ricevuti dopo 6 mesi dal lancio dell’appello, vengono destinati al Fondi di Risposta Rapida alle Emergenze (FREE). Il FREE è stato istituito a gennaio 2011 per permettere alle organizzazioni di AGIRE di rispondere in maniera ancora più rapida e tempestiva alle gravi emergenze umanitarie, potendo contare su risorse economiche proprie sin dai primi momenti della tragedia.

Posso donare vestiti, medicinali, saponi o beni non deperibili?

Grazie per l'offerta ma non siamo in grado di occuparci di questo tipo di servizio.

In quale altro modo posso aiutare?

Lascia i tuoi dati iscrivendoti a FILO DIRETTO per rimanere in contatto con AGIRE e ricevere i nostri aggiornamenti.
Inoltre nella sezione AGISCI potrai scoprire come attivarti concretamente durante un appello di emergenza.

Come posso lavorare con voi?

In Italia AGIRE offre la possibilità di svolgere periodi di stage formativi presso la propria sede di Roma.
Le nuove posizioni e richieste di volontari o stagisti vengono pubblicate sul sito nella sezione Volontari e Formazione.
All'estero i contesti di emergenza necessitano di personale altamente specializzato.
AGIRE non si occupa della selezione del personale umanitario coinvolto da inviare sul campo, ma se pensi di avere le competenze giuste per lavorare in una ONG, consulta la sezione Lavoro ONG dove troverai maggiori informazioni.
Loading form